Le spiagge del Gargano

luglio 20, 2017Vacanze al Mare Standard

Mare, sole, Italia, Puglia…un poker tanto perfetto quanto conosciuto, meraviglioso in questa stagione estiva ma non solo, con i suoi colori, sapor, profumi, che lo hanno reso famoso in tutto il Paese e nel mondo. E c’è una zona, fra le tante, che vogliamo segnalarvi ed illustrarvi oggi, se pur limitatamente, data la vastità del suo territorio e delle sue bellezze: stiamo parlando dello sperone d’Italia, il Gargano, una zona turistica molto nota con numerosi hotel sul Gargano da scegliere in base alla propria idea di vacanza. Uno tra i più importanti patrimoni naturalistici italiano, con suoi 140 chilometri di costa, con le innumerevoli spiagge, insenature, baie e grotte, che rappresenta un vanto riconosciuto a livello internazionale, con alcune delle località più belle per trascorrere una splendida vacanza.

Migliaia sono i turisti che, ogni anno, arricchiscono la stagione estiva con la loro presenza nelle mete più conosciute del Gargano, dove poter vivere, anche solo per il breve periodo di una vacanza, la vita spettacolare dei suoi angoli più incontaminati e, a volte, più nascosti ed isolati: la costa garganica, infatti, regala insenature e panorami sempre diversi, mostrando baie stupende, che terminano con piccole spiagge di ghiaia o di sabbia, o ancora strapiombi caratterizzati da grotte, faraglioni, bianche falesie, e coste, al contrario, basse e sabbiose, e ancora torri lungo il litorale, quasi a volerlo proteggere e difendere, nella sua bellezza.

Vediamo di citare qualcuna di queste spiagge, più o meno conosciute, ma tutte degne di nota e…di tuffi: fondali cristallini, baie selvagge, calette nascoste e dune ricoperte di pini d’Aleppo: lasciatevi conquistare dal mare del Gargano!

Come non partire da Mattinata, terra di falesie e di orchidee, di cui qui si contano ben 83 specie diverse: spettacolo l’acqua limpida che lambisce la baia di Vignanotica, con voli continui di gabbiani reali e le scogliere a strapiombo sul mare di Baia delle Zagare. Splendida la costa dal mare: un susseguirsi di grotte marine scavate nella roccia e bianche falesie a picco, fino al suggestivo monolite del Pizzomunno

Nella zona di Peschici, poi, molte sono le calette non accessibili a tutti, talvolta raggiungibili solo via mare. Tra queste, segnaliamo la Baia di Gusmay, posta tra due punte rocciose che la racchiudono, quasi come in una cornice, e la Spiaggia di Zaiana, ex meta prediletta dei naturisti, affascinante con le sue punte rocciose e i trampolini naturali.

Altra spiaggia isolata, davvero poco affollata, perfetta per un’abbronzatura selvaggia, è Santa Croce, tra Gusmay e Bescile, così come, sempre e soltanto via mare, sarà speciale raggiungere, per chi cerca il totale relax e una sicura intimità, anche la Spiaggia della Cala.

Tante, poi, sono le baie nei pressi di un’altra perla del Gargano, Vieste, che, fra le grotte, nasconde, per esempio, la Spiaggia di Portogreco, un meraviglioso, se pur piccolo approdo naturale. E ancora con una deliziosa nicchia di sabbia, incastonata fra rocce e pini, troviamo la Spiaggia dei Colombi, semplicemente suggestiva anche grazie alla grotta e alla scogliera che la rendono unica e particolare. Non possiamo poi non citare un piccolo gioiello, la Cala della Sanguinara, quasi imprigionata da una bianca falesia carsica riparata dai venti.

Impossibile dimenticarsi di Pugnochiuso, il paradiso dei sub, la cui spiaggia è racchiusa tra due magnifici promontori a fondo ghiaioso, distante 19 km dalla stessa Vieste: lungo la costa, partendo dallo spettacolare Faro, sono possibili escursioni in barca alle grotte marine. Segnaliamo che la baia, circondata da colline ricche di pini secolari, pur se fornita di comfort e servizi garantiti da diverse strutture ricettive, risulta di difficile accesso. Ma il risultato, ve lo assicuriamo, ne vale davvero la pena!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *